Ok, anche questa volta il nostro ministro del lavoro non ha azzeccato la modalità comunicativa giusta, e i media ci vanno a nozze cavalcando l’onda dell’indignazione dei giovani, dei precari, dei disoccupati etc etc etc.

Però come al solito si è presa una frase e la si è estrapolata dal contesto. Come al solito si è tenuta la metafora e si è tralasciata la premessa.

Il concetto alla base (“il rapporto di fiducia è un tema sempre più essenziale” e “i rapporti che si instaurano nel percorso di alternanza scuola lavoro fanno crescere il tasso di fiducia e quindi le opportunità lavorative” – da ANSA) non è mica sbagliato, e ve l’ho anche già detto.

Uno dei canali con maggiore probabilità di successo nella ricerca di un nuovo lavoro è IL NETWORK, la rete delle conoscenze personali e professionali.

Quindi confermo, alzatevi dal divano, mettetevi i calzoncini e via a correre, in palestra, alla presentazione di un libro, a un vernissage, all’inaugurazione di qualunque cosa, al parco a far giocare i vostri bambini. Andate dove c’è gente e fatevi conoscere, instaurate relazioni, rinfrescate quelle vecchie.

Usate i social e fatelo bene.

E non perdete tempo ad insultare una persona che tanto è un’attività che non vi aiuta certo a trovare lavoro.

Ah, e se io non sono abbastanza autorevole, su LinkedIN trovate anche pareri come quello di Riccardo Maggiolo, tanto per dirne una.

Cosa ne pensi? Scrivilo qui!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.