Letto per voi

blur bookcase books bookshelf

Leggo spesso libri interessanti, legati al mondo del lavoro, e dal momento che mi piace l’idea di poterli condividere, raccontare un po’ di cosa parlano e su cosa mi hanno fatto riflettere, ho creato questa pagina, che si aggiornerà man mano per darti qualche spunto.

Di questi ho parlato già nel blog e se apri il link approderai alla mia recensione:

Questi due invece sono legati al tema della multipotenzialità a cui ho dedicato alcuni post:


Questi sono altri titoli interessantie, se clicchi sul titolo, puoi iniziare a dare un’occhiata su Amazon.

  • Personal Branding, di Luigi Centenaro: per capire le basi e le modalità per costruirsi una reputazione e un’immagine riconoscibile
  • Dai voce al tuo valore, di Fausto Fantini, pionere dell’outplacement
  • Trovare lavoro da timidi, di Nicola Giacone – di questo ho parlato anche in un post dedicato alle strategie per introversi per affrontare la ricerca di lavoro
  • Stressati o sdraiati? Solo in cerca di lavoro. Consigli per giovani disorientati, di Antonella Salvatore. Dedicato ai giovani che si affacciano al mercato del lavoro e vogliono una prospettiva nuova e incoraggiante.
  • Il futuro del lavoro è femmina, di Silvia Zanella: presenta con un approccio originale il focus sul lavoro degli anni a venire, caratterizzato dall’importanza che le soft skills, e in particolare quelle attribuibili ad un genere femminile, assumeranno rispetto ad attività più manuali e ripetitive.


Questi invece li ho letti anni fa e li riporto con il breve commento che avevo scritto allora (e altrove), mentre cliccando sul titolo trovi il link ad Amazon, in caso desiderassi acquistarlo:

  • Chi ha spostato il mio formaggio? – Interessante parabola sul cambiamento…
    Consigliato a chi sta vivendo un periodo difficile sul lavoro o in una relazione: qualche spunto interessante c’è!
  • Centoventi giorni che ti cambiano la vita. Strategie e riflessioni per futuri (ex?) manager – Scritto sicuramente in modo brillante, mi ha fatto sorridere più volte per il modo ironico in cui vengono presi in giro i termini e le strutture aziendali.
    Da leggere in maniera “preventiva”: lo sconsiglierei a chi sta vivendo il momento di uscita dall’azienda a meno che sia dotato di profondo senso dell’umorismo… 🙂

  • Maternità quanto ci costi? – Studio molto interessante sulla situazione delle madri lavoratrici in Italia. Mi hanno colpito e stupito alcuni dati (quanti abbandoni dopo la nascita di un figlio!), ma sarebbe bello passasse anche nel mondo reale la convinzione che la maternità, quando gestita bene, non è un costo per l’azienda: nè prima, nè durante, nè dopo.
    Peccato solo che l’impressione sia di uno studio legato a livelli più medio/alti che bassi…

Buona lettura!

NB: come indicato sopra, ci sono dei link che portano ad Amazon. Sono link di affiliazione, quindi in caso acquistassi un libro a partire da questo sito, mi verrebbe riconosciuto un credito, che utilizzerei per l’acquisto di altri testi utili alla mia professione e quindi, in ultima analisi, anche a te 😊

La foto di copertina è di Photo by Lum3n – Pexels.com