LinkedInobiettivo

Vuoi il segreto per vincere facile su Linkedin?

il segreto per stare su Linkedin

Girellavo su LinkedIn e nello scrolling ozioso mi sono capitati sotto gli occhi alcuni post legati al tema della strategia corretta da usare su questo social.

  • Ma sei proprio sicuro di voler accettare solo gli inviti di chi conosci?!?
  • Decidi tu chi può mandarti un invito a collegarti
  • Postare tutti i giorni un contenuto mi ha aiutato ad aumentare l’engagement, ha accresciuto la mia rete e ho ricevuto opportunità 
  • LinkedIn non serve a niente
  • Sii te stesso
  • Copia gli influencer
  • Condividi i post altrui
  • Non condividere ma crea contenuto originale
  • ….

Insomma, il mercato del pesce dei consigli non richiesti.

Però una domanda me la sono fatta. E mi sono data una risposta.

Alla fin fine, quello che conta davvero nel far sì che LinkedIn abbia efficacia non è tanto seguire tutti i guru (che poi si contraddicono a vicenda), ma è capire cosa ci stai a fare tu su LinkedIn.

L’ho detto e ridetto, e magari in futuro mi stancherò di ripeterlo, ma al momento la ritengo ancora una consapevolezza fondamentale da acquisire: l’obiettivo chiaro in testa è la chiave.

Vale per la ricerca del lavoro, vale per il curriculum, vale per il colloquio.

La formula magica, che vorremmo tutti perchè ci risparmierebbe un sacco di tempo e di fatica, semplicemente non c’è.

Il curriculum perfetto non esiste, la lettera di presentazione perfetta non esiste, il modo perfetto per proporsi non esiste.

Mi spiace, ti tocca fare fatica se vuoi davvero che tutto il tuo gran daffare abbia qualche risultato.

Ti tocca riflettere su chi sei e su quali sono le caratteristiche che ti contraddistinguono.

Ti tocca capire quali sono i valori per te irrinunciabili.

Ti tocca trovare il modo di vedere chiara davanti a te la meta che vuoi raggiungere.

Solo in questo modo potrai sapere su cosa puntare, quali aspetti mettere in evidenza su un CV, una lettera, in un colloquio; quale messaggio far passare sui social, a partire da LinkedIn, e in quale modo diffonderlo.

Cerchi clienti? Prova a pensare se il tuo target è ben rappresentato nella tua rete, e in caso negativo cercalo tra i nuovi contatti!

Cerchi lavoro? Prima di condividere materiale a destra e sinistra verifica di avere il profilo in ordine e che comunichi non solo chi sei e che strada hai fatto per arrivare fin qui, ma anche dove vuoi andare. Poi, e solo poi, scrivi dei post che raccontino di te e delle tue competenze, attraverso i tuoi risultati e le tue riflessioni: il simile attrae il simile, ricordalo, e le aziende sono fatte di persone. Se scatta il feeling, sei a buon punto.

Usi LinkedIn solo per restare aggiornato sul tuo settore e in contatto con chi già conosci? Non ti interessa in questo momento allargare la tua rete? Benissimo, sei libero di filtrare a monte gli inviti e fare lurking senza necessariamente contribuire con contenuti tuoi.

Alla fine quello che conta è muoversi con consapevolezza rispetto a quello che il tuo comportamento può generare a breve, medio e lungo termine.

Ricorda che anche se oggi non hai bisogno di cercare un nuovo lavoro o nuovi partner, potresti averne bisogno domani: considera magari la possibilità di tenere la tua rete, se non proprio calda, almeno a temperatura ambiente e non sotto zero.

Per riassumere: non seguire alla cieca il primo esperto che passa nel tuo feed. Verifica prima di essere tu in target con il suo pubblico, e chiediti se è lì, dove vuol condurti il guru, che vuoi andare.

Se hai qualche dubbio o se la nebbia ti impedisce di vedere la tua meta, scrivimi pure e cerchiamo assieme di schiarire l’orizzonte 😊 

Foto di copertina di katemangostar – freepik.com

Cosa ne pensi? Scrivilo qui!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: